Lunedì, 21 Ottobre 2019

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

La Bce "taglia" le stime della crescita

8 marzo 2013   

La Banca centrale europea ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita economica dell`area euro per il biennio in corso: ora per il 2013 si attende un Pil tra il -0,9 e il -0,1 per cento, mentre per il 2014 la stima parla di una crescita tra zero e +2 per cento.

Quanto all`inflazione, crescerà fra l`1,2% e il 2% per il 2013 e fra lo 0,6% e il 2% per il 2014.

 Le nuove stime dei tecnici sono state riferite dal presidente, Mario Draghi, nel corso della conferenza stampa che ha fatto seguito alla riunione del Consiglio Direttivo.

 L`economia dell`Eurozona è dunque destinata a restare debole nella prima parte dell`anno mentre imboccherà una graduale ripresa nella seconda parte. 

"Alcuni indicatori", ha detto Draghi, "segnalano una stabilizzazione dell`attività economica su bassi livelli". La graduale ripresa, ha aggiunto, sarà legata "al rafforzamento della domanda globale e alla politica accomodante della Bce che dovrebbe continuare a sostenere la fiducia".

Condividi questa pagina: 
Immagine

Seguici su

        

Sistema Confcommercio Cosenza

 

 

Orari di apertura

I nostri uffici sono aperti dal lunedì al venerdì:
   - Mattina: 8:30 - 13:00
   - Pomeriggio: 15:00 - 18:30