Venerdì, 30 Ottobre 2020

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

INPS. Norme speciali su CIG, FIS e CIGD

30 marzo 2020   

L`INPS con la circolare n. 47 del 28/03/2020 ha reso note le norme speciali in materia di trattamento ordinario di integrazione salariale, assegno ordinario, cassa integrazione in deroga.

 

Di seguito una serie di risposte date dall`Istituto su alcunu quesitdomande e risposte sugli ammortizzatori sociali:

SCHEMA RIASSUNTIVO CIGO

Chi può presentare domanda di CIGO e di Assegno ordinario per “COVID-19 nazionale”?
Le aziende rientranti nel campo di applicazione della CIGO e dell’Assegno ordinario operanti su tutto il territorio nazionale.

Ci sono limiti per le aziende?
L’unico limite sono le nove settimane che devono collocarsi nell’arco temporale 23.2.2020 – 31.8.2020.

Ci sono limiti per i lavoratori?
I lavoratori devono essere già in forza all’azienda richiedente alla data del 23.2.2020, fatte salve le ipotesi di trasferimento d’azienda di cui all’articolo 2112 c.c. e quelle di lavoratori che passino alle dipendenze dell’impresa subentrante nell’appalto, per cui si computa anche il periodo durante il quale i lavoratori stessi sono stati impiegati presso il precedente datore di lavoro.

Quali semplificazioni sussistono in fase istruttoria?
Non è necessaria la dimostrazione della temporaneità dell’evento e la previsione di ripresa della normale attività.
Non è prevista per questa causale la relazione tecnica di cui all’articolo 2, comma 1, del D.M. 95442/2016 e la scheda causale per l’assegno ordinario.

È previsto il pagamento diretto?
Si, a semplice richiesta dell’azienda.

Posso richiedere CIGO/assegno ordinario per “COVID-19 nazionale” anche se ho già in corso un’autorizzazione CIGO/assegno ordinario o se ho già presentato domanda con altra causale?
Si, il periodo concesso con causale “COVID-19 nazionale” prevarrà sulla precedente autorizzazione o sulla precedente domanda, che saranno annullate d’ufficio per i periodi corrispondenti.

SCHEMA RIASSUNTIVO CIGD

Quali sono le aziende che possono chiedere la cassa integrazione in deroga?
Le aziende e i datori di lavoro che hanno fino a 5 dipendenti e quelle rientranti nella disciplina della CIGS – Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria. Tra queste, imprese esercenti attività commerciali, comprese quelle della logistica, che occupino mediamente più di 50 dipendenti inclusi gli apprendisti e i dirigenti; agenzie di viaggio e turismo, compresi gli operatori turistici, che occupino mediamente più di 50 dipendenti inclusi gli apprendisti e i dirigenti; imprese di vigilanza, che occupino mediamente più di 15 dipendenti inclusi gli apprendisti e i dirigenti.

Come faccio a chiedere la cassa integrazione in deroga?
L’accesso allo strumento è consentito previo accordo con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale, che può essere concluso anche per via telematica. Per le imprese con meno di 5 dipendenti non c’è bisogno della stipula dell’accordo.

Quanto dura la cassa integrazione in deroga?
La CIGD ha una durata di 9 settimane e non viene computata ai fini della durata massima previsti dalla legge in materia di integrazione salariale.

La mia azienda ha più di 5 dipendenti, a chi mi devo rivolgere per la firma dell`accordo sindacale?
Poi rivolgerti alla tua Associazione datoriale, ai sindacati o ad un Ente Bilaterale.

A chi devo inoltrare la domanda di CIGD?
Le domande dovrenno essere inoltrate alla Regione Calabria. Solo dopo la pubblicazione delle graduatorie di concessione potrai fare domanda all`INPS.

Per saperne di più consulta la circolare INPS Circolare numero 47 del 28-03-2020.pdf

I nostri uffici sono a completa disposizione per qualsiasi chiarimento in merito

Condividi questa pagina: 
Immagine

Seguici su

         

Io acquisto sotto casa

Emergenza Coronavirus

Sistema Confcommercio Cosenza

 

 

Orari di apertura

I nostri uffici sono aperti dal lunedì al venerdì:
   - Mattina: 8:30 - 13:00
   - Pomeriggio: 15:00 - 18:30