Domenica, 22 Settembre 2019

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Fimaa. Novità fiscali per il settore immobiliare

8 gennaio 2019   

Con la nuova legge di bilancio 2019 vi sono alcune novità per il settore quali: la cedolare secca al 21% per le locazioni commerciali, la rivalutazione dei terreni e l’estensione della riduzione di IMU e TASI.

Cedolare secca al 21% per le locazioni commerciali

Il canone di locazione relativo ai contratti stipulati nell’anno 2019, aventi ad oggetto unità immobiliari classificate nella categoria catastale C/1 (negozi), di superficie fino a 600 metri quadrati, escluse le pertinenze, può, in alternativa rispetto al regime ordinario vigente per la tassazione del reddito fondiario ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, essere assoggettato al regime della cedolare secca con l’aliquota del 21%.

Tale regime non è applicabile ai contratti stipulati nell’anno 2019, qualora alla data del 15 ottobre 2018 risulti in corso un contratto non scaduto, tra i medesimi soggetti e per lo stesso immobile, interrotto anticipatamente rispetto alla scadenza naturale.

L’acconto sulla cedolare secca aumenterà dall’attuale 95% al 100% nel 2021.

Rivalutazione terreni

La Legge di Bilancio ha introdotto la possibilità di riconoscere fiscalmente i maggiori valori derivanti da una rivalutazione dei terreni a destinazione agricola o di natura edificabile a condizione che venga versata un’imposta sostitutiva pari al 10% calcolata sul valore rideterminato.

La rideterminazione del valore per i terreni, posseduti alla data del 1° gennaio 2019, sulla base di una perizia giurata di stima deve essere redatta da soggetti iscritti agli albi degli ingegneri, degli architetti, dei geometri, dei dottori agronomi, degli agrotecnici, dei periti agrari e dei periti industriali edili; Il costo per la relazione giurata di stima è portato in aumento del valore di acquisto del terreno edificabile e con destinazione agricola se rimasto a carico.

L’imposta va versata in un’unica rata entro il 30 giugno 2019 o in tre rate annuali con scadenza il 30 giugno; le due rate successive alla prima avranno una maggiorazione del 3% a titolo di interessi da dilazione calcolati con decorrenza da una rata all’altra.

Estensione riduzione di IMU e TASI

Il beneficio di riduzione del 50% della base imponibile di IMU e TASI prevista per gli immobili in comodato d’uso, si estende, in caso di morte del comodatario, al coniuge di quest’ultimo in presenza di figli minori.

Condividi questa pagina: 
Immagine

Seguici su

        

Sistema Confcommercio Cosenza

 

 

Orari di apertura

I nostri uffici sono aperti dal lunedì al venerdì:
   - Mattina: 8:30 - 13:00
   - Pomeriggio: 15:00 - 18:30