Martedì, 22 Ottobre 2019

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Festival Euromediterraneo di Altomonte: al via la XXV edizione

25 luglio 2013   

 

Di seguito la nota diffusa dall`Ufficio stampa: Il 28 luglio si alza il sipario sul Festival Euromediterraneo-Altomonte 2013. Presentato, questa mattina, nella sede del Museo Archeologico nazionale di Sibari, Località Casa Bianca, il programma della XXV edizione.
A presiedere alla conferenza stampa: il sindaco di Altomonte, Gianpietro Coppola; il sindaco di Cassano allo Ionio, Gianni Papasso; il direttore del Museo Archeologico nazionale della Sibaritide, Silvana Luppino; l’assessore alla cultura del comune di Altomonte, Francesco Provenzale; il presidente dell’UNPLI (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia) Cosenza e coordinatore artistico del festival, Domenico Bloise.
In realtà, il Festival di Altomonte taglia il traguardo della sua XXV edizione. La manifestazione diventa “Festival Euromediterraneo” nel 2005 e vanta otto edizioni di grande successo. Tanto da ritagliarsi uno spazio di tutto rispetto nel panorama nazionale dei festival più prestigiosi.
Ad aprire l’incontro l’intervento del sindaco Coppola che ha sottolineato l’importanza di presentare la kermesse nel museo della Sibaritide: “La nostra manifestazione attinge soprattutto al flusso turistico estivo che proviene soprattutto dall’area della Sibaritide. Presentare la XXV edizione del festival nelle sale del Museo Archeologico significa sensibilizzare i calabresi e lanciare un messaggio di vicinanza a uno dei patrimoni culturali più importanti della nostra terra. Gli scavi di Sibari, all’indomani della terribile alluvione, hanno rischiato di sparire - spiega il primo cittadino – così come il nostro festival, a causa del Patto di Stabilità, ha rischiato di non essere realizzato – e aggiunge - Sono ben 25 anni che il Festival di Altomonte è un punto di riferimento nel panorama dell’offerta culturale calabrese. Il Festival Euromediterrane ha portato nel nostro borgo eventi in esclusiva regionale e la presenza di grandi nomi del mondo dello spettacolo che, insieme alla sezione arti visive, hanno fatto di questa kermesse un fiore all’occhiello di una Calabria positiva. Una kermesse quella di Altomonte così come gli Scavi di Sibari, che meritano maggiore attenzione da parte delle istituzioni, visti gli ottimi risultati raggiunti nel management e nell’offerta culturale in questi ultimi anni di attività”.
Un messaggio di solidarietà apprezzato dal Sindaco di Cassano allo Ionio, Gianni Papasso: ”Si tratta di un’iniziativa lodevole da parte dell’amministrazione comune di Altomonte – spiega Papasso – presentare questo festival nel museo di Sibari significa difendere il patrimonio culturale calabrese. Questo vuol dire fare sistema e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla cultura, vero volano di sviluppo del nostro territorio”.
Dello stesso avviso il direttore del museo e del Parco Archeologico, la dott.ssa Luppino: ”Altomonte ha dimostrato grande sensibilità – commenta –  gli scavi di Sibari vanno difesi perché patrimonio di un’intera comunità. La cultura e il turismo sono i settori su cui la Calabria deve puntare e valorizzare”.
Altomonte è riuscita a creare, conservandolo nel tempo, uno dei pochi appuntamenti di caratura nazionale presenti in Calabria e a farlo crescere e, quel che è ancora più arduo, con costi decisamente contenuti: “Quest’anno il festival, attingendo ai finanziamenti regionali,  non solo non è pesato sulle casse comunali – conclude il sindaco Coppola – ma ha guadagnato 4.200 euro!”
Negli ultimi otto anni gli spettacoli presentati nel cartellone sono stati di altissima qualità e per lo più in esclusiva regionale. Anche il cartellone 2013 del Festival Euromediterraneo riconferma questi standard.
Tra grandi ritorni e sorprendenti novità il cartellone 2013 del Festival Euromediterraneo.
La kermesse, quest’anno, propone un’ampia sezione dedicata alla musica e alla comicità. Spazio anche alla danza e alla prosa.
Domenica 28 luglio  sul palco dell’anfiteatro “Costantino Belluscio” l’anteprima, affidata al virtuosismo dei danzatori della storica “Kosovo Ballet”, la compagnia di danza nazionale del Kosovo, in “Omaggio al Festival”.
Martedì 30 luglio  l’apertura ufficiale della kermesse affidata alla grande voce di Ornella Vanoni in “Io canto per essere felice”. Unica tappa in concerto della grande interprete in Calabria!
Il cartellone continua, mercoledì 31 luglio, con un altro omaggio al festival, questa volta protagonista la pluripremiata compagnia calabrese “Scena Verticale”. Saverio La Ruina sul palco dell’anfiteatro “Belluscio” con il suo ultimo lavoro “Italianesi” Premio Ubu 2013.  Un intenso monologo che riporta alla luce un dramma dimenticato dalla storia ufficiale. Alla fine della seconda guerra mondiale, migliaia di soldati e civili italiani rimangono intrappolati in Albania in un clima di terrore. Tornati nel Belpaese saranno egualmente perseguitati come albanesi d`Italia.

“Anche per questa XXV edizione abbiamo messo su un cartellone di altissima qualità - dichiara Domenico Bloise e continua- una carrellata di spettacoli che toccano tutti i generi amati dal pubblico. Dal cabaret, alla prosa, fino ai grandi concerti in piazza. Tra gli appuntamenti in programma anche delle anteprime e delle esclusive nazionali - e aggiunge – Come il concerto di Renzo Zenobi (autore di interpreti come Ron, Vanoni, Baglioni, Dalla e De Gregori), una prima assoluta a livello nazionale. Zenobi ha scelto di presentare ufficialmente il suo ultimo album proprio ad Altomonte, dopo 30 anni di pausa dalle scene”.

Spazio alla comicità dal sapore partenopeo, il 2 agosto in scena l’esilarante Lello Arena in  “L’avaro” di Molière. Un classico diretto in un nuovo allestimento da Claudio Di Palma con Lello Arena che affronta per la terza volta un testo di Molière in un ruolo, Arpagone, che come scrive Squarzina, ha in sé nello stesso tempo il tragico e il comico.
Il 5 agosto, ancora la grande prosa con “A ciascuno il suo” ispirato al capolavoro di Leonardo Sciascia con Sebastiano Somma e Daniela Poggi, diretto da Fabrizio Catalano.
Il 7 agosto, la kermesse entra nel vivo,  con l’irresistibile comicità del one man show Teo Teocoli  in  “Supershow”. Imitazioni, personaggi, racconti e musica per uno spettacolo divertente che ripropone i migliori sketch del grande comico televisivo.
L’8 agosto,  ancora tanto cabaret con il duo comico calabrese, direttamente da Zelig, Bove e Limardi. Tornano in Calabria con lo spettacolo “Non ce la faccio più” diretto dall’indimenticabile Enzo Jannacci.  I due ripercorrono il loro viaggio verso il nord a ritroso, ritagliando e frammentando una serie infinita di situazioni collegate tra loro da soluzioni surreali, con flash back sul passato in cui si ritrovano seduti sotto il sole a fare chiarezza sul senso della vita.
Il 10 agosto torna l’appuntamento tradizionale e le suggestive atmosfere della Notte Bianca. Questa volta dedicata ai sapori, ai suoni e alle atmosfere dello “Street food”.  Una notte all’insegna del sound di una grande band i Modena city Ramblers.
L’11 agosto, il festival presenta in anteprima nazionale il nuovo album del cantautore Renzo Zenobi.
Il cartellone continua il 13 agosto, questa volta con un grande concerto. In scena Dj Francesco, ovvero Francesco Facchinetti con il suo nuovo progetto la dj band “We are Presidents and Hantura in Concerto”.
“Il tradizionale appuntamento che realizziamo in contrada Casello, ad Altomonte, quest’anno è dedicato alle giovani generazioni – spiega l’assessore alla cultura Provenzale – Sarà una notte di musica disco, grazie a Francesco Facchinetti  e di ritmi etnici grazie al talento calabrese degli Hantura”.
Il 14 agosto, un altro appuntamento con la danza e la Compagnia di balletto Timeless di Roma.

A chiudere  il cartellone 2013 due grandi appuntamenti con la musica italiana.
Il 18 agosto, Simone Cristicchi in "Concerto di Famiglia - Tour 2013". Dopo il recente successo sul palco dell`Ariston al Festival di Sanremo 2013, Simone Cristicchi torna dal vivo con una nuova tournée dove presenterà il suo ultimo disco "Album di famiglia".
Gran finale, il 22 luglio, affidato al cantautore Max Gazzè in “Sotto casa tour 2013”.  Reduce dal successo sanremese, presenta i brani del suo ultimo album di successo tra questi il tormentone dell’estate 2013 “ I tuoi maledettissimi impegni”.

Anche quest’anno il Festival Euromediterraneo presenta la sezione arti figurative.
Il 3 agosto, sarà presentato il Video Mapping su S. Maria della Consolazione di Donato Maniello, a cura di Giovanni Viceconte. Il 4 agosto, invece, saranno inaugurate ufficialmente le mostre di arti figurative, negli spazi del Convento Domenicano.

Tra gli eventi collaterali della kermesse, in programma il 19 luglio la presentazione del libro- concerto “Contrade Ospitali” nelle sale del Castello di Serragiumenta e il 21 agosto l’incontro “La nostra storia-Italiani d’Argentina” a cura dell’associazione El Farolito. 

A settembre si continua con la sezione jazz e la rassegna “Di…Vino Jazz” e  la Lectio Magistralis del critico Vittorio Sgarbi dedicata  a “ I tesori d’arte del Museo civico di Altomonte”.

Condividi questa pagina: 
Immagine

Seguici su

        

Sistema Confcommercio Cosenza

 

 

Orari di apertura

I nostri uffici sono aperti dal lunedì al venerdì:
   - Mattina: 8:30 - 13:00
   - Pomeriggio: 15:00 - 18:30