Sabato, 21 Settembre 2019

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Fatturazione elettronica. Le pillole di Confcommercio Cosenza

20 febbraio 2019   

Fattura con scontrino

Con la risposta n. 7 del 16 gennaio 2019, l’Agenzia delle Entrate, a fronte di un interpello di un commerciante al minuto, ha fornito chiarimenti in merito all’obbligo di emissione della fattura elettronica nel caso in cui la stessa sia preceduta dall’emissione dello scontrino.

Per l’Agenzia, fatte salve le ipotesi di esonero espressamente previste dal Legislatore, l’obbligo di emissione della fattura elettronica trova applicazione anche nel caso in cui la fattura sia preceduta dall’emissione dello scontrino.

L’Amministrazione finanziaria ha pertanto, escluso che, dal 1° gennaio 2019, la “fattura con scontrino” possa avere forma analogica.

Fattura elettronica verso il cittadino senza Partita Iva

Se il consumatore finale chiede la fattura non è obbligato a riceverla elettronicamente e, quindi, non è obbligato ad avere e a fornire un indirizzo PEC all’esercente o al professionista da cui acquista il bene o il servizio.

Quando il consumatore finale chiede la fattura, l’esercente o il professionista è obbligato ad emetterla elettronicamente verso il Sistema di Interscambio e anche a fornirne copia su carta (o, ad esempio, pdf per email) al cliente: quest’ultima è perfettamente valida e non c’è alcun obbligo ad acquisire e gestire la fattura elettronica da parte de cliente.

A partire dal secondo semestre di quest’anno, come previsto dall’ultima legge di Bilancio, l’Agenzia delle Entrate offrirà un servizio di consultazione delle fatture elettroniche anche ai consumatori finali persone fisiche; con tale servizio il consumatore finale potrà consultate le fatture che i fornitori avranno inviato all’Agenzia sin dal 1° gennaio scorso.

Queste regole sono state stabilite per garantire il rispetto delle disposizioni sulla tutela dei dati personali. Pertanto, al momento per il primo semestre, il servizio online di consultazione delle fatture elettroniche per i consumatori finali persone fisiche non è attivo.

Soggetti tenuti all`invio dei dati al Sistema tessera sanitaria

L’Agenzia delle Entrate risponde che, tali soggetti, non devono e non possono emettere le fatture elettroniche.

La legge di bilancio per il 2019 ha modificato l’articolo 10-bis del decreto legge 119 del 2018 prevedendo che, per il periodo di imposta 2019, i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria, ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata, non possono emettere fatture elettroniche, con riferimento alle fatture i cui dati sono da inviare al Sistema tessera sanitaria.

Considerato l’esplicito divieto in tal senso, i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria continuano, pertanto, ad emettere le fatture in formato cartaceo e a trasmettere i dati al Sistema TS secondo le ordinarie modalità.

Condividi questa pagina: 
Immagine

Seguici su

        

Sistema Confcommercio Cosenza

 

 

Orari di apertura

I nostri uffici sono aperti dal lunedì al venerdì:
   - Mattina: 8:30 - 13:00
   - Pomeriggio: 15:00 - 18:30