Sabato, 21 Settembre 2019

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Dalla Ue nuove norme sul "Made In"

14 febbraio 2013   

I prodotti fabbricati in un paese Ue dovranno portare l`indicazione, a scelta, o ``made in Ue`` o ``made in`` con il nome del paese specifico, per esempio ```made in Italy``, mentre quelli provenienti fuori dall`Ue dovranno indicare il nome del paese, per esempio ``made in China``.

Il nuovo pacchetto, composto da due regolamenti e un piano di 20 azioni, prevede anche una maggiore cooperazione tra le autorità nazionali, e un allineamento delle norme di sicurezza che ridurrà anche i costi per le imprese.

``Tutti i prodotti dovranno avere il marchio `made in` - ha affermato il commissario all`Industria e all`imprenditoria, Antonio Tajani - il consumatore sarà in grado di sapere cosa compra grazie all`etichettatura del prodotto - ha sottolineato Tajani - spiegando che ``se vogliamo avere la piena tracciabilità occorre capire dove il prodotto è stato fabbricato anche perchè solo così se è pericoloso potremo risalire all`autore e identificare le misure necessarie per bloccarne la commercializzazione``.

Condividi questa pagina: 
Immagine

Seguici su

        

Sistema Confcommercio Cosenza

 

 

Orari di apertura

I nostri uffici sono aperti dal lunedì al venerdì:
   - Mattina: 8:30 - 13:00
   - Pomeriggio: 15:00 - 18:30